BUONI PASTOEsente da contributi fiscali fino a 8€ al giorno per persona
BUONI PASTO
Esente da contributi fiscali fino a 8€ al giorno per persona
Semplici da gestire, riduci i tuoi costi : è deducibile al 100%
Confronta tutte le Soluzioni per la tua Azienda!
Semplici da gestire, riduci i tuoi costi : è deducibile al 100%Confronta tutte le Soluzioni per la tua Azienda!

Buoni Pasto

Scopri gli articoli in Buoni Pasto

Vedi tutti gli articoli in Buoni Pasto

Domande frequenti in Buoni Pasto

Vedi tutte le domande frequenti in Buoni Pasto

I buoni pasto rappresentano un servizio alternativo alla mensa per il personale. L’adozione dei buoni pasto non è obbligatoria da parte del datore di lavoro, ma gli permette, tuttavia, di offrire un vantaggio ai propri dipendenti.

Buoni pasto

Buoni pasto : informazioni utili

Come funziona il buono pasto?

I buoni pasto sono acquistati dal datore di lavoro presso società specializzate del settore, ed in seguito distribuiti ai dipendenti che li utilizzano per pagare il proprio pasto presso un ristoratore o un commerciante affiliato.

Quali sono i vantaggi per il datore di lavoro ? Per il dipendente ? Per il ristoratore ?

Ognuno degli attori ottiene un vantaggio nell’utilizzo del buono pasto:

  • Il datore di lavoro ha un risparmio economico rispetto ad una remunerazione in busta paga (oneri sociali);
  • Il dipendente vede aumentato il proprio potere d’acquisto;
  • Il ristoratore trova una clientela supplementare e regolare.

Cos’é un buono pasto elettronico?

Il buono pasto elettronico funziona esattamente come la versione cartacea. Si presente in un formato in linea con le nuove tecnologie: carta con microchip o applicazione smartphone.

Il buono pasto dal lato del datore di lavoro

Quali sono le condizioni di attribuzione del buono pasto ?

Il datore di lavoro puo attribuire i buoni pasto unicamente ai dipendenti dell’impresa, a tempo pieno o a tempo determinato, qualora l’orario di lavoro includa il momento della pausa pranzo.

Quali sono i vantaggi economici del buono pasto ?

Sia il datore di lavoro che il dipendente godono di un vantaggio economico:

  • Nel limite di 5,29€ per ogni singolo buono, il buono pasto è esente da oneri sociali e fisacali, sia dal lato del datore di lavoro che dal lato del dipendente.
  • Il costo relativo al buono è deducibile per il datore di lavoro, che inoltre puo recuperarne l’IVA al 100%.
  • Per il dipendente il buono pasto non costituisce elemento di reddito, aumentandone così il potere d’acquisto.

Come scegliere un fornitore?

Il mercato dei buoni pasto è composto da pochi attori storici. Oltre che attraverso le tecnologie di cui dispongono (cartaceo, card o applicazione), la scelta fra i diversi attori si basa sul livello di servizio proposto ma soprattutto sul numero di ristoratori e commercianti affiliati, in cui il buono risulta spendibile.

Quali sono le condizioni di utilizzo per il dipendente ?

Il dipendente è libero di spendere il buono pasto presso uno qualsiasi degli esercenti affiliati alla rete, siano essi ristoratori o commercianti del settore alimentare.