Nuova richiesta :
Vi suggeriamo :

Prodotti e servizi

Gli articoli

Offerte

I sistemi di videosorveglianza: cosa sono, a cosa servono e quali scegliere

La difesa delle proprietà e d’immobili come appartamenti, ville, giardini, fabbricati, é sempre più affidato al sistema di videosorveglianza, una tecnologia altamente sofisticata, che si occupa della gestione della sicurezza attraverso il controllo a distanza.

Videosorveglianza: cos’è e come funziona

Questo sistema sorveglia a distanza diversi tipi di immobili o spazi: perimetri interni o esterni di appartamenti, ville, parcheggi, aziende, capannoni industriali...

Videosorveglianza: un sistema compatto

I sistemi di sorveglianza video sono composti da alcuni componenti fondamentali di alta tecnologia. L’idea alla base della videosorveglianzaè la registrazione su hard-disk tramite il DVR delle immagini riprese da telecamere, collocate in zone critiche.

Componenti essenziali

Gli elementi che compongono gli impianti sono due: il DVR o videoregistratore e le telecamere divideosorveglianza. Il DVR possiede un potente processore e viene gestito tramite un sistema operativo che consente di gestire e monitorare tutte le telecamere collegate. Il numero di telecamere da connettere a un DVR è variabile. Le telecamere usate per la videosorveglianza sono composte da lenti, sensori e da un processore di elaborazione d’immagini. Queste telecamere tecnologicamente avanzate possiedono un’alta sensibilità alla luce e dispongono di raggi infrarossi che illuminano ogni tipo di scena, anche in assenza di luminosità.

Funzionamento

Il funzionamento dell’ impianto è semplice. Le telecamere catturano le immagini sulle zone selezionate tramite i sensori e le inviano al processore che le salva su hard disk.

 Videosorveglianza

Installare un sistema di videosorveglianza

Dove installare un sistema di videosorveglianza? Come scegliere l’impianto più adeguato rispetto alle proprie esigenze di sicurezza?

Installare l’impianto di videosorveglianza: condizioni necessarie

Per installare un impianto di sorveglianza video, bisogna innanzitutto individuare le zone critiche e i punti nevralgici da sorvegliare: porte d’ingresso, giardini, angoli, pareti ecc. Sulla base di questa prima analisi, è poi importante scegliere il DVR adeguato e le telecamere più adatte alla situazione, nel numero e nel modello.

Scegliere l’impianto migliore: il DVR

Il DVR da scegliere deve supportare un numero di telecamere adatto alle esigenze di sorveglianza. Di norma, dispongono di 4, 8 o 16 canali e supportano 4, 8 o 16 telecamere che lavorano simultaneamente.

Scegliere l’impianto adatto alle esigenze: le telecamere

L’altro elemento fondamentale sono le telecamere. Consigliati sono i modelli digitali o quelli ibridi digitali/analogici. Per scegliere dei modelli adeguati bisogna considerare le distanze fra la telecamera e il punto da inquadrare: se inferiore ai 25 metri, è sufficiente una telecamera con focale fissa, mentre in caso di grande distanza, le telecamere a focale variabile che aumentano e diminuiscono il loro zoom sono più indicate. In casi estremi, si può ricorrere anche a telecamere wireless. Oltre alle distanze, un altro fattore influente sulla scelta delle telecamere sono i sensori, in genere di due tipi, CMOS e CCD: il secondo presenta una sensibilità e prestazioni superiori. Inoltre, bisogna verificare sempre che il modello disponga come minimo di 24 led infrarossi.

Iniziate la richiesta di preventivo nella categoria Videosorveglianza
Dite la vostra su questa guida