Nuova richiesta :
Vi suggeriamo :

Prodotti e servizi

Gli articoli

Offerte

Localizzazione satellitare auto

Le soluzioni per la geolocalizzazione attualmente disponibili rappresentano un vero valore aggiunto per tutte le aziende per le quali l’ottimizzazione della gestione della flotta di veicoli rappresenta un fattore chiave:

• Società specializzate nei trasporti 

• Ditte di traslochi

• Società di gestione autobus 

• Società che dispongono di una flotta di auto importante per servizi quali l’assistenza o il commercio

Un sistema di geolocalizzazione si serve del seguente materiale: 

• un emettore GPS (in collegamento satellitare per il calcolo della posizione) 

• un emettore GSM/GPRS (in collegamento con il fleet manager dell’azienda)

• eventuali captori specifici per la comunicazione di particolari dati quali, ad esempio, l’attività elettrica o meccanica del veicolo 

• un software dedicato, che permette di visualizzare tutta la flotta dell’azienda su una carta in tempo reale, così come i vari indicatori e segnali di allerta. 

Le soluzioni per la geolocalizzazione propongono sempre più servizi connessi. Storicamente, il primo interesse era quello di seguire su una carta la posizione di uno o più veicoli in tempo reale. 

Grazie a questo servizio, il fleet manager può organizzare gli interventi a seconda delle unità più vicine al punto di intervento. In questo modo, tutti i differenti tragitti sono ottimizzati e la flotta si trova ad utilizzare meno carburante, generando così un risparmio non indifferente per l’azienda.

Nel frattempo, altri servizi sono venuti a completare la funzione di base di geolocalizzazione:

• sicurezza : monitoraggio dei tempi di guida/soste dei differenti veicoli.

• reporting : il software di geolocalizzazione può fornire delle statistiche personalizzate su differenti indicatori (ad esempio velocità media, distanze percorse, numero e durata delle soste, etc.).

• monitoraggio tecnico : le soluzioni più evolute permettono di connettere captori su diversi componenti del veicolo e quindi di rilevare dati su aspetti specifici (freni, accelerazioni, cambio), così da poter valutare anche lo stile di guida dell’autista. Una guida “ecologica” risulta più sicura, migliora la durata di vita del veicolo e dei suoi componenti, oltre a provocare un minor consumo di carburante.